COSI’ LONTANI
COSI’ VICINI


Quattro film sugli immigrati, gli esuli, gli esclusi che si accalcano ai confini del-l'Occidente per sottolineare come i componenti di questa moltitudine indistinta siano ad un tempo così lontani (per storia, tradizione, professione religiosa, ..) e così vicini (per bisogni, desideri, aspirazioni ..) a ciascuno di noi. Promossi dal Capitol in collaborazione con FOIC (Fiorenzuola oltre i confini) i film hanno cadenza mensile e saranno seguiti da dibattito. Il dibattito sarà moderato da giovani esponenti di FOIC che avranno modo di informare gli spettatori sulle iniziative di "cooperazione decentrata" da loro messe in atto. Ai presenti sarà inoltre offerto un buffet multietnico.

Giovedì 26
Novembre

Dheepan

DHEEPHAN

Dura storia di riscatto ambientata nella banlieu parigina, il film ha vinto la Palma d'Oro al Festival di Cannes 2015. I protagonisti sono un ex "guerrigliero", una giovane donna e una bambina che, per sfuggire alla guerra civile in Sri Lanka, si fanno passare come una famiglia e cercano di inventarsi una nuova vita. La vita nella banlieu parigina, però, è difficile: a farla da padrone sono le bande e le regole criminali. Formidabile e per nulla consolatorio il violentissimo finale.

Giovedì 28
Gennaio

Timbuktù

TIMBUKTU'

Pluripremiato ai César, gli Oscar del cinema francese, diretto dal maggiore regista africano vivente, il film narra di un paese dove gli abitanti, assoggettati al regime di terrore imposto dai jihadisti, soffrono: la musica, le risate, le sigarette e il calcio sono vietati. Le donne sono costrette a mettere il velo e, ogni giorno, una nuova corte improvvisata emette assurde sentenze. Quando Kidane, il protagonista, uccide accidentalmente Amadou, la sua quieta vita è sconvolta.

Giovedì 25
Febbraio

Malala

MALALA

Ritratto di Malala Yousafzai, bandiera per i diritti dei bambini di tutto il mondo, premio Nobel per la Pace 2014. Quindicenne, rimase ferita dai talebani, che aprirono il fuoco su di lei e sulle sue amiche a bordo di uno scuolabus nella Swat Valley in Pakistan. Venne colpita alla testa, scatenando l'indignazione dei media internazionali. Il film ripropone la battaglia che la giovane porta avanti assieme al padre sul valore dell'istruzione.

Giovedì
24 Marzo

A perfect day

A PERFECT DAY

Le vite di un gruppo alquanto eterogeneo di operatori umanitari si intrecciano in zona di guerra. Hanno opinioni diverse sul loro lavoro e sul luogo in cui si trovano: Sophie ha ancora voglia di aiutare la gente, Mambru (Benicio Del Toro) vuole solo tornarsene a casa, Katya una volta voleva stare con Mambru, Damir vuole che la guerra finisca, B (Tim Robbins), infine, non sa quello che vuole. Un film che fa riflettere ma anche molto ridere.